• 1 26 Novembre 2016 - Lista candidature
  • 2 26 novembre 2016 Convocazione Assemblea Provinciale Ordinaria Elettiva
  • 3 23 ottobre 2016 Prove Multiple ESO, RM/RF, CM/CF
  • 4 2 ottobre Run Days - Trofeo Esordienti
  • 5 Spostato a domenica 23 il Trofeo Prove Multiple Ragazzi ed Esordienti ottobre
  • 6 Mennea Day 2016, la galleria fotografica

Calendario Eventi

Le Gare Del Territorio

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

Le Foto Delle Gare

ciak

Gli Amici

Articoli Consigliati

  • / Apr 22, 2015 Trofeo Fulvio Villa di marcia IV prova - 26 aprile 2015

    Comitato Regionale Fidal Lazio – www.fidallazio.org
    DISPOSITIVO TECNICO – ORGANIZZATIVO
    TROFEO FULVIO VILLA - Trofeo Lazio di Marcia – 4^prova Ostia Antica, Domenica 26 Aprile 2015
    ORGANIZZAZIONE:
    RM056 G.A. Fiamme Gialle Resp.Org.: Patrizio Antonio Parcesepe - cell. 3479227743 www.fiammegialle.org
    IMPIANTO LUOGO GARA:
    Piazza Gregoriopoli – Ostia Antica
    GARA ONLINE:
    TROFEO FULVIO VILLA 4^prova – Domenica 26 Aprile 2015 - Riferimento per le iscrizioni online: ID 608312 - primo campo a sinistra che ordina l'elenco delle gare disponibili
    ISCRIZIONI:
    Le iscrizioni potranno essere effettuate esclusivamente Online attraverso il sito federale nella sezione Servizi Online. Per eventuali problemi e informazioni procedurali contattare il referente iscrizioni telefonicamente. Le iscrizioni termineranno giovedì 23 Aprile 2015 alle ore 24:00.
    PUBBLICAZIONE ISCRIZIONI:
    l’elenco degli iscritti sarà pubblicato venerdì 24 Aprile 2015 sul sito Regionale, dopo le ore 15:00. Raccomandiamo a tutti di verificare l’esattezza delle operazioni di iscrizione svolte online.
    RITIRO ISCRIZIONI:
    entro 60’ prima dell’inizio della gara.
    REFERENTI:
    Ref. Organizzativo: Patrizio Antonio Parcesepe - cell. 3479227743
    Ref. Tecnico: Orazio Romanzi – cell. 3475635808 Ref. Iscrizioni: Luigi Botticelli – 335.7624042 – email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    PROGRAMMA ORARIO:
    ore 08:15 – RITROVO ore 09:15 - 500mt Esordienti B/C - F ore 09:20 - 500mt Esordienti B/C - M
    ore 09:30 - 1000mt Esordienti A - F ore 09:40 - 1000mt Esordienti A - M
    ore 09:50 - 2000mt Ragazze
    ore 10:10 - 2000mt Ragazzi ore 10:30 - 4000mt Cadetti/e
    ore 11:00 - 2x500mt Staffetta in famiglia (Gara promozionale)
    ore 11:20 - 5000mt All/Jun/Pro/Sen F – Master F
    ore 12:00 - 8000mt All/Jun/Pro/Sen M
    ore 12:45 - 5000mt Master M
    NOTA BENE: Gli orari potranno subire variazioni in base al numero degli iscritti.
    Comitato Regionale Fidal Lazio – www.fidallazio.org
    Informazioni tecniche:
     Il ritrovo è fissato in Piazza Gregoriopoli.
     Il percorso gara della lunghezza di 500mt è previsto su via dei Romagnoli e via Pericle Ducati
     *E’ prevista una gara promozionale riservata ai bambini partecipanti al progetto Impara a marciare. Ogni bambino, in coppia ad un suo familiare, parteciperà ad una gara a staffetta (1 frazione di 500 m per staffettista) marciando o camminando.
    Informazioni organizzative:
     Segreteria gare in piazza Gregoriopoli (centro anziani Lo Scariolante)
     2 spogliatoi maschile e femminile nei pressi del percorso (circolo tennis e circolo bocciofilo)
     Al termine delle competizioni è previsto per i partecipanti un pasta/pizza - party nei pressi della zona partenze/arrivi (ingresso da Parco dei Ravennati). La distribuzione avrà inizio dalle ore 13:00
    Informazioni logistiche:
     Per chi proviene da Roma: o Dal GRA prendere via del mare direzione Ostia Lido; all’incrocio Ostia Antica girare a destra ed entrare in Ostia Antica. o Da Ostia Lido prendere via del Mare in direzione Roma; girare a sinistra in direzione Ostia Antica; dopo 200mt girare a destra ed entrare in Ostia Antica.
     Parcheggio auto in via Evans (per chi viene da Roma) e in Via capo due rami (per chi viene da Ostia), entrambi a 100m dal ritrovo partecipanti

    www.fidallazio.org

    Read More
  • Michele Giove / Lug 24, 2016 Strana coincidenza

    Strana coincidenza

    Nella riunione “Atletica di Sera 2”, Paolo Muscas ha partecipato ai 3 chilometri di marcia con il numero di gara “700” numero che coincide con la settecentesca gara dell’atleta.

    Doverose due righe sull’attività.

    Inizia l’attività agonistica nel 1963 con una gara di corsa campestre, leva Libertas, e in seguito, dopo aver partecipato ai campionati studenteschi nei metri mille con il tempo di 2.45, si tessera per la Libertas San Saba.

    Fino al 1988 pratica la corsa, ottenendo nella maratona il tempo di 3h23m, poi si dedica alla marcia e in questa specialità è campione italiano sui metri 2000 indoor con la società K42 e varie volte è stato campione italiano. Partecipa ai campionati europei e il miglior piazzamento è un sesto posto, ma, agli ultimi europei, in Portogallo, tesserato Italia Marathon Club, si aggiudica la medaglia d'argento sui 30 km di marcia per squadre.

    Read More
  • Michele Giove / Giu 24, 2016 Articolo e foto del Triangolare "Roma incontra Napoli e Firenze"

     MIC8065 Pano

    Clicca qui per visualizzare le foto del triangolare "Roma incontra Napoli e Firenze" del 23 Giugno 2016 presso lo stadio della farnesina

     

     MIC8644 Pano

    ROMA INCONTRA NAPOLI E FIRENZE E VINCE

    Stadio della Farnesina, 23 Giugno 2016

    Il 4° meeting di atletica leggera fra le tre città si è concluso con la vittoria di Roma Capitale, prima nella classifica comminata con punti 77, maschile 43, femminile 34.

    Seconda Firenze e terza Napoli.

    Un evento creato dal presidente della Fidal Roma, Mario Biagini, e consolidato dallo staff tecnico - organizzativo del Comitato di Roma: Viola Serago, Rinaldo Brunetti, Maurizio Longega, Michele Giove e Giuseppe Vasapollo.

    Suo scopo quello di offrire esperienze agonistiche, maturate nel corso di una proficua preparazione, desiderate dagli atleti e producenti positivi apporti tecnici e psico-fisici.

    Quindi un meeting che ha rappresentato e rappresenta la migliore occasione per affrontare una più vasta società di coetanei.

    Spirito sottolineato anche dal presidente del CONI Lazio, Riccardo Viola e dai presidenti Fidal Napoli, Corrado Grasso e Fidal Firenze, Giovanni Carniani.

    All’inizio sembrava che il primo posto del podio fosse per Firenze, poi, di gara in gara, è avanzata Roma.

    Nel getto del peso Kg. 2 vince il fiorentino Giuseppe Martorana che scaglia l’attrezzo a metri 14.81, secondo posto per l’atleta partenopeo Simone Cuciniello con 14.74 ed ancora un atleta toscano per il bronzo che va a Yepe Plegnon Kevin con 13.38. Primo degli atleti di Roma Gino Gioia, tesserato Fiamme Gialle, con 10.45.

    Rivincita di Roma in quello femminile dove Senthia Crea, Acsi Italia Atletica, è prima, lanciando a metri 10.99. Alle spalle, per il secondo posto, Maria Formicola con il miglior lancio a metri 10.54, per la terza posizione l’atleta del giglio Anna Franchini che fa atterrare il peso a metri 10.20.

    Per tutti: bene l’arresto nella traslocazione e buona la progressività delle azioni.

    Sugli ostacoli, metri 60, Emiliano Villa (Roma/Fiamme Gialle) è primo e ferma il cronometro a 9.26. Secondo posto per il romano Filippo Donferri con il tempo di 9.57. Terza posizione per l’atleta di Firenze Lorenzo Zufanelli (9.93).

    Fra le ragazze, l’oro non sfugge neppure a Roma, dove Nicole Colellla è prima con 9.68. Seconda posizione ad appannaggio di Firenze con Noemi Guidotti che termina in 9.99. Altra atleta della rappresentativa di Roma, al terzo posto: Jasmi Jimenez Ccntreas che conclude in 10.18.

    Nei concorrenti, giustificata la giovane età, si è notato una scarsa spinta ed incompleta in fase di attacco.

    Nella velocità, metri 60, l’atleta della rappresentativa di Roma, Leonardo Schellino, tesserato Atletica Sabatina, conquista l’oro, correndo in 7.96 e gli atleti della rappresentativa fiorentina Andrea Vanchetti e Lorenzo Vestito, classificati, nell’ordine, al secondo (8.00) e terzo posto (8.14), nulla possono fare per contrastare i passi intesi e progressivi del vincitore.

    L’onda del successo prosegue anche con le ragazze: Flavia Acciavatti (prima/8.50) e Flavia Velluti (seconda/8.51). Firenze rimedia un terzo posto con Viola Ceccarelli (8.76).

    In loro bene la presa dei piedi al suolo, giusti i passi progressivi, né troppo lunghi oppure non troppo corti.

    Nella gara di mezzo fondo (metri 1000), Roma si deve accontentare solo dell’argento con Luca Maranto (Acsi Campidoglio) che conclude in 3 minuti e 78 centesimi. Vince, invece, Gabriele Pasquinucci, Firenze, con il tempo di 2.57.94. Bronzo per l’atleta di Napoli, Luca Guida, che termina in 3.05.57.

    Le ragazze di Roma rialzano la classifica con questa specialità: Sofia Terrinono è prima (3.14.91), Flavia Bianchi è seconda (3.15.23), lasciando il terzo posto a Valeria Rossi di Firenze (3.18.84).

    Ragazzi e ragazze hanno mostrato una resistenza specifica, sopra tutto ai ritmi agonistici.

    Nei salti affermazione degli atleti della Capitale.

    Salta in lungo: metri 5 e vince Federico Morseletto, della Romatletica. Completa il podio il secondo posto Daniele Santini (GSD Lital) con metri 4.82 e Matteo Comparini (Firenze/Calenzano), terzo con 4.58. Si prende la rivincita Firenze con la ragazza Petra Surace che salta 4.93, ma Roma è a ridosso con Elena Venturini (4.67) e Marinella Memeo (4.63).

    In alto, scavalca i metri 1.55 Alessio Guadagno, Kronos Roma. E, in questa gara, Firenze sale sul podio per il secondo e terzo posto con Matteo Castellucci (1.43) e Francesco Gronchi (1.40). Scambio di ruolo al femminile: vince Firenze con Elena Coniglio, 1,43, ma Roma è seconda con Camilla Anzalone (1.40-meno sbagli) e Firenze rafforza la terza posizione con Sofia Orciani che salta 1.40.

    Nel salto in alto: bene eseguito l’avvio veloce e lo stacco che ha animato la gara.

    Nel salto in lungo: giusta la rincorsa accelerata e il volo verso l’alto.

    Nel lancio del vortex, ogni rappresentativa piazza un proprio atleta. A vincere è Roma con Alessio Campiello che fa volare l’attrezzo a metri 58.22. Simone Cuciniello (Napoli) termina la gara con il miglior lancio a metri 56.90. Terzo Lorenzo Vivaldi (Firenze) con 52.65.

    Anche fra le ragazze un proprio atleta – rappresentativa fra le prime classificate. Vittoria di Alessia Campisano, Roma (42.41), secondo posto di Ambra Bezzerra Da Silva, Firenze (39.99), terza Francesca Cappiello, Napoli (38.53).

    Corretta l’impugnatura e la torsione della spalla di lancio nei tempi finali.

    Ambo secco nella marcia Km. 2. Primo e secondo posto di Roma con atleti del Gruppo Sportivo Fiamme Gialle. Vince Diego Giampaolo (9.54.48), secondo è Francesco Biondini (11.25.57), terzo classificato Antimo D’Alessandro (Napoli/11.46.78).

    Fra le ragazze, invece, vittoria della rappresentativa di Roma Capitale con Nicole Aracu (11.27.10) ed ambo di Napoli con Eleonora Massa, argento, 11.37.32 e con Emilia Marroccella, 12.02.81, bronzo. Salvo qualche atleta con il busto inclinato in avanti, bene il singolo e doppio appoggio per tutti i concorrenti.

    La staffetta 4x100 conclude la riunione.

    Indipendentemente dai risultati bene la fusione fra la velocità di arrivo del porgitore e la velocità di avvio del ricevitore nella posizione di partenza o di avvio.

    Roma è asso piglia tutto. Prima con i ragazzi e le ragazze.

    Gli atleti: Andrea Vannini, Damiano Mercatande, Tarekgen Matteo, Miah Faysal corrono e concludono in 50.81. Le ragazze Mila Panella, Federica Pansini, Swami Menichelli, Valeria Pezzillo terminano la gara nel tempo di 54.13.

    Firenze è seconda in ambedue le prove con i maschi: Lorenzo Zufanelli, Lorenzo Vestito, Matteo Comparini e Andrea Vanchetti (tempo: 50.86) e con le ragazze Anna Franchini, Elena Coniglio, Petra Surace, Viola Ceccarelli (cronometro a 55.12)

    Napoli sale sul podio per la terza posizione con le ragazze Giuliana Marseglia, Michela Brancati, Giorgia Grasso, Cristina Limatola che registrano il tempo di 57.25 e con i ragazzi Federico Pasqualini, Simone Gallo, Alessandro Salis, Luca Carrat (54.76).

    Con Riccardo Viola, presidente CONI Lazio e Cesare Sagrestani, presidente Panathlon Roma, ente che ha offerto le magliette alla squadra di Roma Capitale, compiuta con decoro e solennità la cerimonia di premiazione, per far conoscere le gioie degli sforzi agli atleti e le fatiche agli allenatori ed invogliare sempre più alla pratica dell’atletica.

    Un compenso che si conviene nello sport educativo e dilettantistico.

    Infine, gli atleti, al termine della riunione, hanno indossato la magliette del comitato promotore di Roma 2024, per lanciare l’appello che la Capitale ospiti, nuovamente, la più grande festa dello sport: i giochi olimpici e paraolimpici.

    Read More
  • Michele Giove / Lug 21, 2016 Articolo e foto della seconda giornata di "Atletica di Sera"

    ATLETICA DI SERA 2

    Roma, Stadio della Farnesina, 20 Luglio 2016

    Larga partecipazione nell’ultima riunione della stagione primavera/estate “Atletica di Sera 2” prima della pausa estiva.

    Ufficiali di gara presenti in numero adeguato per le giurie necessarie.

    Nei metri 150 piani, primo posto per Daniele Groos (esordienti 2005/06 - Atletica Tiburtina – 22.21), Valerio Busca (esordienti 2007/08 – Acsi Campidoglio – 28.62) e delle giovinette Ilaria De Cicco (esordienti 2005/06 – Ciociaria Fava – 21.82) e Irene Maestri (esordienti 2007/08 – Lazio Atletica – 26.39). Tempi rispettabili, indice di buon avviamento alla pratica dell’atletica.

    Nella categoria ragazzi, sempre sui 150 metri, si impone Gabriele Letteri (Atletica Tiburtina – 20.90) e Flavia Bianchi fra le ragazze (Scavo 2000 – 20.90). Bene le spinte.

    Emanuele Santoro (Enterprise) con 40.30 si aggiudica il primo posto nei 300hs cadetti con corretta azione di attacco dell’ostacolo e Oliviero Castellano (Roma Acquacetosa) balza a metri 11.92 nel triplo con corretta ricorsa e passi speciali. Vola il disco del cadetto Simone Piepoli (Esercito Sport e Giovani) a metri 40.80 con giusto giro di traslazione e Lorenzo Benati (Roma Acquacetosa) con 17,29 abissa gli avversari e vince i 150 metri.

    Fra le cadette vittoria di Serena Di Meo (Cus Cassino) nei 300hs con 54.64 ed Elena Pierelli (Lazio Atletica) che con l’asta salta metri 2.90. Podio alto anche per Francesca Giusti (Acsi Campidoglio) che raggiunge i metri 10.62 nel triplo e per Sara Tonni (Atletica Vetralla) che fa atterrare il disco a metri 30.17. Nella serie unica dei metri 150 si impone Elisa Rocchi (Atletica Tiburtina).

    Il programma gare ora si apre agli uomini e alle donne A/J/P/S.

    Dopo 10 serie di metri 100 uomini, risulta primo Fabrizio Palma (Aterno Pescara) con il tempo di 11.37 e Alessandro Galati con 48.19 si aggiudica i metri 400. Giorgio Grassi (Atletica dei Gelsi) vince il mezzofondo veloce e Casimiro Sciscione (Atletica Futura) i metri 1500, fermando il cronometro a 4.03.54. Su 34 concorrenti nei 5000 metri è primo Delian Dimko Stateff (Lazio Atletica) in 15.06.62.

    Scavalca con l’asta i metri 3.60 Marco Mastrolorenzi (Roma Atletica) ed Emanuele Tortorici (Atletica Calvesi) lancia il disco a metri 32.87 e la classifica junior vede primo, invece, Luca Pistella (Atletica Vetralla) con 19.68, mentre quella allievi Stephan Owdo (Fiamme Gialle) con 37.11. Fra i master, categoria SM60 e oltre, è primo Roberto Sagoni (Roma Acquacetosa) che lancia a metri 39.38.

    Sebastiano Roncone (Italia Marathon Club – 17.01.90) è primo nei 3 chilometri di marcia uomini, presentando un passo corto e Francesca Bocchino ((Acsi Italia Atletica – 16.15.78) fra le donne con azione ritardata allo stacco.

    Nelle altre gara riservate alle donne: vittoria di Caterì Ruggeri Fasciani (Cariri) con 12,58 nei 100 metri piani, di Betsy Torrente Leal nei 400 metri con il tempo di 56.07 e di Alessia Manfresi (Università Foro Italico) con 2.19.42.

    Nella corsa lunga dei metri 5000 prima è Federica Proietti (Calcestruzzi Corradini) con 16.51.80, nei metri 1500 vittoria per Nicoletta Ceracchi (Acsi Italia Atletica – 4.59.30).

    I 400hs sono di Anna Gresta (Roma Acquacetosa). Il disco è di Claudia Bertoletti (Cariri) che cade a metri 41.10.

    Nei salti: nel triplo Arianna Musu (Acsi Campidoglio) raggiunge i metri 11.85 e Vittoria Bruno (Lazio Atletica) con l’asta passa i metri 2.65.

    La galleria fotografica della seconda giornata di "Atletica di Sera"

    Read More
  • Michele Giove / Giu 26, 2015 Le foto e i risultati di "Firenze incontra Napoli e Roma"

    RomaNapoliFirenze 2015

    La galleria fotografica del triangolare del 25 giugno a Firenze "Firenze incontra Napoli e Roma" (foto Michele Giove)

    Risultati delle gare

    Read More
  • Maurizio Longega / Mar 21, 2015 La camminata latte e formaggio del 18 Marzo

    LA CAMMINATA LATTE E FORMAGGIO

    Mercoledì 18 Marzo 2015

    ITAS "G. Garibaldi"- Roma

    Via Ardeatina 524 - 00178 Roma

    Patrocinio Fidal Roma

    di Maurizio Longega

    Si inizia la camminata da “dove e chi produce il latte”. Espressione colta al volo fra i giovani del gruppo camminatori.

    Gli alunni dell’Istituto ITAS Garibaldi, Mariotti e Giansanti, mostrano il Bos taurus, conosciuto anche semplicemente come "bue". Un mammifero artiodattilo appartenente alla famiglia Bovidae.

    FOTO A Giansanti e Mariotti Con un vitellino appena natoLa femmina del bue domestico, la vacca, viene allevata per trarne il latte, il liquido secreto dalla ghiandola mammaria per l'alimentazione dei cuccioli, molto usato nell'alimentazione umana, sia come bevanda sia come materia prima da cui ricavare formaggio, panna, burro, ricotta e altri derivati del latte.

    I vitelli (cioè i maschi entro il primo anno di vita) vengono allevati principalmente per la carne: solo una parte viene infatti lasciata crescere per destinarla alla riproduzione.

    Dalle deiezioni bovine (letame o liquami) si possono ottenere molti macroelementi e microelementi per la coltivazione dei terreni agricoli, in primis l'azoto, utile per la crescita delle piante.

    Dalla mungitura, pratica di stimolazione delle ghiandole mammarie della femmina, si ricava la produzione di latte. E, tale metodo, viene applicato su mucche, capre, pecore e asine, per ricavare latte, utile non solo per essere bevuto, ma anche per la fabbricazione di formaggi.

    La mungitura è praticata a mano e meccanicamente.

    Su modellino vediamo il procedimento: le mani abbracciano completamente la mammella e gradatamente dall'alto verso il basso, a partire dal mignolo, le dita e il palmo della mano, effettuano una pressione regolare, al fine di convogliare il latte verso i capezzoli. Con un'ultima pressione del pollice e dell'indice, il latte esce e va dentro un contenitore. Naturalmente l'operazione appena descritta avviene in meno di un secondo. Naturalmente l'operazione appena descritta avviene in meno di un secondo.

    La mungitura meccanica sfrutta il vuoto d'aria. Gli aspiratori della macchina vengono applicati sui capezzoli, dopodiché, alternando il vuoto alla normale pressione dell'aria, raccolgono il latte senza danneggiare le mammelle.

    Con regolari passi, bilanciati da una coordinata azione delle braccia si visita l'azienda agraria, elemento fondamentale per la formazione pratica degli studenti.

    Essa si estende su di una superficie di circa 76 ettari, per lo più irrigui, suddivisi tra colture arboree (vigneto, oliveto e frutteto) e colture erbacee. Il prodotto del vigneto (uva da vino) viene trasformato presso la cantina dell'Istituto. La produzione dell'oliveto viene molita nell'oleificio dell'Istituto che opera la molitura anche per conto terzi. Le produzioni delle coltivazioni erbacee, fieno di medica, insilato di mais e granella di mais e orzo sono interamente destinate al centro zootecnico aziendale.

    Durante la camminata è stato spiegato come il passo può essere suddiviso ovvero nella fase trazione, momento neutro e spinta. Nel camminare, a differenza della corsa, tutta la pianta del piede viene coinvolta. Il primo contatto con il terreno è opera del tallone, poi il piede effettua una vera e propria rullata fino a coinvolgere, per ultimo, le dita. Nel camminare c’è sempre un piede che poggia in terra.

    Ritornati al punto di partenza ampia e dettagliata spiegazione per produrre il formaggio. Il latte viene versato in una caldaia aperta, dove è riscaldato a 35-38 °C (temperatura dello stomaco del vitello); specie se il latte è pastorizzato si aggiungono i batteri lattici ed eventualmente altri tipi di fermenti (e/o le muffe per i formaggi erborinati) sotto forma di "starter", innesto naturale o innesto selezionato, quindi il caglio, spesso di origine animale, in quanto estratto dallo stomaco dei mammiferi lattanti.

    Il formaggio prodotto con il caglio animale non viene considerato strettamente vegetariano. Di recente, è stato ripreso anche il metodo in uso nell'antica Roma e in Abruzzo, che si basa sull'uso degli stami di cardo da latte di pecora (cosiddetto caciofiore). Nel caso di formaggi a coagulazione totalmente acida, al posto del caglio si utilizza una sostanza acida che integri l'acido lattico che si

    forma a causa dell'azione dei batteri contenuti nel latte o aggiunti con l'innesto industriale.

    L'innesto serve per la fermentazione lattica ovvero l'acidificazione del latte e, quindi, per tutte le trasformazioni successive che determinano le caratteristiche sensoriali del formaggio; il caglio serve per la coagulazione ovvero la trasformazione del latte in pasta caseosa.

    FOTO B Mariotti Giansanti ProfIl caglio è in grado di scindere in molti frammenti la caseina presente nel latte, e di far quindi coagulare le particelle della massa grassa non più solubile nell'acqua, che galleggiano formando una massa gelatinosa e fragile detta cagliata o giuncata.

    Dalla cagliata si ottengono i vari tipi di formaggi:

    • Formaggi freschi (stracchino, quark).

    • Formaggi semiduri, (provolone, caciocavallo).

    • Formaggi duri, (Emmental Grana Padano, parmigiano reggiano).

    Il formaggio può essere consumato fresco o dopo stagionatura.

    Al termine, i partecipanti, fra essi soci UNVS, si sono complimentati con i docenti e gli alunni per le competenze e le conoscenze e hanno mostrato interesse a quanto l’istituto realizza per il miglioramento dei prodotti e delle tecniche di trasformazione, nonché alla valorizzazione dei prodotti e alla gestione dell'ambiente e del territorio.

     

     

     Foto 1: Da sinistra a destra: Giansanti e Mariotti, guide ambientali – escursionistiche

     Foto 2: Sullo sfondo il prof.re Giovanni Battista Zumpano ideatore delle camminate agro – alimentari

     

    Read More
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
porn